putin

L’Ue accusa Mosca di aumentare spaventosamente i costi energetici e alimentari, blocca contemporaneamente i progetti energetici congiunti russo-europei e interrompe le consegne russe di gas e petrolio. Venerdì, l’UE ha formalmente approvato un nuovo, sesto pacchetto di sanzioni, che include piani per eliminare progressivamente le forniture di petrolio russo.

“Vediamo tentativi di incolpare per ciò che sta accadendo sul mercato alimentare la Russia, ma è solo un tentativo di spostare la colpa a qualcun altro”, ha detto Putin in un’intervista a Rossiya-1 venerdì. Ha ricordato che, contrariamente alle affermazioni dei media occidentali, i problemi sul mercato alimentare globale sono iniziati durante la pandemia di COVID-19, molto prima che la Russia iniziasse la sua operazione militare speciale in Ucraina.

inoltre Putin ha fatto due calcoli elementari per supportare il suo ragionamento . “Il mondo produce circa 800 milioni di tonnellate di grano all’anno. Ora ci viene detto che l’Ucraina è pronta a esportare 20 milioni di tonnellate. 20 milioni di tonnellate rispetto agli 800 milioni di tonnellate che il mondo produce sono il 2,5% di quella cifra. Ma se prendiamo atto del fatto che il grano costituisce solo un quinto dell’approvvigionamento alimentare totale (e questa è la realtà, sono cifre delle Nazioni Unite, non nostre) questo significa che questi 20 milioni di tonnellate di grano ucraino costituiscono lo 0,5 % “, ha detto. Ha aggiunto che questa cifra di “20 milioni di tonnellate” è la cifra potenziale delle esportazioni, con le reali capacità di Kiev oggi al di sotto di quella.

Putin ha avvertito Ha che a causa delle sanzioni, la situazione sul mercato mondiale dei fertilizzanti peggiorerà, con i prezzi dei prodotti alimentari che successivamente dovrebbero aumentare ulteriormente.

L’accusa verso le classi dirigenti occidentali, anche riguardo le politiche energetiche, che sopravvalutano le capacità delle fonti rinnovabili, è quella di “miopia”

Altro capitolo dell’intervista riguarda il presunto blocco delle esportazioni di grano da parte Russa, definite un “bluff” e ha sottolineato come la via più economica per Kiev di spedire il grano sarebbe via terra, attraveros Bielorussia e Polonia.

Putin ha invitato Kiev a liberare le aree sotto il suo controllo dalle mine marine e dalle navi affondate deliberatamente per garantire l’esportazione sicura di generi alimentari, la Russia sta ultimando la liberazione delle aree sotto il suo controllo e sarà pronta a garantire il trasporto pacifico di merci e l’ingresso di navi nei porti del Mar Nero e del Mar d’Azov. Ha informato che ci sono ancora dozzine di navi commerciali straniere ancora intrappolate nei porti ucraini e che i loro equipaggi sono effettivamente tenuti in ostaggio.

Il presidente russo ha anche annunciato la disponibilità ad incrementare le proprie esportazioni di grano portandole a 50 milioni di tonnellate. “Nell’attuale anno agricolo 2021-2022, esporteremo 37 milioni di tonnellate, e nel 2022-2023 penso che lo aumenteremo a 50 milioni di tonnellate”, ha detto Putin.

Fonte Infowars – Putin: Europe’s ‘Stupid, Short-Sighted’ Policies Provoked Energy, Food Crises (infowars.com)

Di Rolando Furiosi

Specialista in economia e ambiente, ho lavorato per illustri aziende del settore termico industriale e domestico e ho collaborato alla stesura di importanti testi scientifici. Nel tempo libero sono appassionato di barche a vela e adoro compiere lunghe passeggiate lungo gli argini dei canali di campagna, possibilmente nelle giornate secche.

Rispondi