Cambiamenti Climatici

17 Sono gli Obiettivi di sviluppo sostenibili (SDG) elaborati dalle Nazioni Unite nel 2015 per garantire entro il 2030 alle persone per godere di pace e prosperità. L’obiettivo 13 configura L’azione per il Clima.

Non c’è paese che non stia vivendo gli effetti del cambiamento climatico. Secondo le agenzie dell’ONU Le emissioni di gas serra sono superiori di oltre il 50% rispetto al 1990. Il riscaldamento globale starebbe causando cambiamenti duraturi al nostro sistema climatico, che minaccia conseguenze irreversibili. se non agiamo.
Sempre secondo l’Onu le perdite economiche a causa di calamità legate al clima sono di centinaia di miliardi di dollari. Aggiungiamo l’impatto umano dei disastri geo-fisici, che sono per il 91% legati al clima, e che tra il 1998 e il 2017 ha ucciso 1,3 milioni di persone e lasciato 4,4 miliardi di feriti. L’obiettivo dell’Azione 13 per il Clima mira a mobilitare 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020 per soddisfare le esigenze dei paesi in via di sviluppo di adattarsi ai cambiamenti climatici e investire in uno sviluppo a basse emissioni di CO2.
Il sostegno alle regioni vulnerabili contribuirà direttamente non solo all’obiettivo 13, ma anche agli altri SDG. Queste azioni si prefiggono inoltre rafforzare le misure di rischio di catastrofi, la gestione sostenibile delle risorse naturali e la sicurezza umana nelle strategie di sviluppo dei singoli Stati. È ancora possibile per l’ONU, con una forte coercizione politica, maggiori investimenti e utilizzando la tecnologia esistente, limitare l’aumento della temperatura media globale a due gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali, puntando a 1,5 °C, ma ciò richiede un’azione collettiva repentina.

 

13 – AZIONE PER IL CLIMA.

+1°Celsius
A partire dal 2017 si stima che gli esseri umani abbiano causato circa 1,0 ° C di riscaldamento globale al di sopra dei livelli preindustriali.
+20 centimetri
I livelli del mare sono aumentati di circa 20 cm (8 pollici) dal 1880 e si prevede che aumenteranno di altri 30-122 cm (da 1 a 4 piedi) entro il 2100.
2020
Per diminuire il riscaldamento a 1,5 ° C, le emissioni nette globali di CO2 devono diminuire del 45% tra il 2010 e il 2030 e raggiungere lo zero netto intorno al 2050.
1/3
Gli impegni sul clima nell’ambito dell’accordo di Parigi coprono solo un terzo delle riduzioni delle emissioni necessarie per mantenere il mondo al di sotto dei 2 ° C.

26 trilioni di dollari
Un’azione coraggiosa per il clima potrebbe innescare almeno 26 trilioni di dollari di benefici economici entro il 2030.

18 milioni
Il solo settore energetico darà vita a circa 18 milioni di posti di lavoro in più entro il 2030, in particolare sull’energia sostenibile.

Obiettivi dell’Azione 13 di Agenda 2030

Rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai rischi legati al clima e alle catastrofi naturali in tutti gli Stati.
Integrare le misure sui cambiamenti climatici nelle politiche, nelle strategie e nella pianificazione nazionali.
Migliorare istruzione, sensibilizzazione e capacità umana e istituzionale in materia di mitigazione dei cambiamenti climatici, adattamento, riduzione dell’impatto e sviluppo di allarmi rapidi.
Attuare l’impegno assunto dai paesi sviluppati parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici con l’obiettivo di mobilitare congiuntamente 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020 da tutte le fonti per soddisfare i bisogni dei paesi in via di sviluppo nel contesto di azioni di mitigazione significative e rendere pienamente operativo il Fondo verde per il clima attraverso la sua capitalizzazione il prima possibile.
Promuovere la pianificazione e gestione efficace in materia di cambiamenti climatici nei paesi meno sviluppati e nei piccoli Stati insulari in via di sviluppo, concentrandosi anche su donne, giovani, emarginati e comunità locali

fonte
Obiettivi di Sviluppo Sostenibile | Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (undp.org)

Documenti dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC)

Fact_sheet_AR6

IPCC_AR6_WGI_Regional_Fact_Sheet_Europe

IPCC_AR6_WGI_SPM

IPCC_WGI-AR6-Press-Release_en

Di Rolando Furiosi

Specialista in economia e ambiente, ho lavorato per illustri aziende del settore termico industriale e domestico e ho collaborato alla stesura di importanti testi scientifici. Nel tempo libero sono appassionato di barche a vela e adoro compiere lunghe passeggiate lungo gli argini dei canali di campagna, possibilmente nelle giornate secche.

Rispondi