La distopia di serie tv come Black Mirror che diventa d’un tratto agghiacciante realtà.
Anche in Italia stanno programmando l’acquisto di cani-robot da impiegare in strade, parchi, piazze per dirigere e punire la popolazione per qualsiasi trasgressione questi marchingegni registrino e scannerizzino nelle loro “passeggiate”?
Il vocìo che trapela dai dipartimenti ministeriali si fa insistente, ma non c’è nessuna conferma ufficiale.

Al Museo di Pompei ed Ercolano, però, è già in servizio un cane-robot della Boston Biodynamic, impiegato come guardiano dei preziosi reperti lì custoditi.

E’ entrato in servizio ai primi di Aprile, ufficialmente per salvaguardare il patrimonio del museo a cielo aperto dai “tombaroli” notturni, che utilizzano spesso cunicoli sotterranei, oppure operano di notte. Ma c’è un però.
Studiati da decenni, già nel 2020 sono stati sperimenti a Singapore per far rispettare il distanziamento sociale delle persone fra i parchi e le piazze delle città:, Filmano tutto questi cani-robot, con telecamere a 360°, e con un altoparlante suggeriscono (al momento) raccomandazioni e precauzioni contro il coronavirus. Succedeva in Singapore e, in particolare, nel parco Bishan Ang Mo-Kio. Ma succede oggi anche a Shanghai nell’orribile quarantena collettiva di cui abbiamo dato conto qui (clicca per leggere) .
Questi cani robot, assieme ai droni-killer, sono già stati armati nel conflitto libico, dove hanno anche provveduto all’uccisione di civili e combattenti in maniera autonoma, in base a calcoli dell’algoritmo preimpostato del loro programma, senza l’intervento umano (droni guarda qui) (cani robot killer guarda qui)
Anche in Italia il Governo sta pensando a questa deriva per stringere nella morsa la popolazione, infischiandosene di privacy e libertà di movimento?

Di Rolando Furiosi

Specialista in economia e ambiente, ho lavorato per illustri aziende del settore termico industriale e domestico e ho collaborato alla stesura di importanti testi scientifici. Nel tempo libero sono appassionato di barche a vela e adoro compiere lunghe passeggiate lungo gli argini dei canali di campagna, possibilmente nelle giornate secche.

Rispondi