blackout

Milioni di famiglie del Regno Unito potrebbero affrontare un inverno pieno di blackout elettrici se le forniture di gas naturale russo all’Europa si fermassero, secondo il Times, citando un rapporto del governo.

I funzionari del Governo hanno elaborato uno scenario negativo “ragionevole” , delineando che sono possibili diffuse carenze di gas naturale se la Russia taglierà ulteriormente le forniture all’Europa.

Una fonte del “Palazzo del Governo” ha detto:

“La Gran Bretagna è ben preparata per eventuali interruzioni delle forniture. A differenza dei paesi dell’UE, le nostre riserve di gas del Mare del Nord vengono pompate a pieno regime, le piattaforme norvegesi sono direttamente collegate nel Regno Unito e abbiamo la seconda più grande infrastruttura di importazione di GNL in Europa, mentre la Germania non ne ha”.

Il modello presuppone che le importazioni di gas naturale del Regno Unito dalla Norvegia potrebbero diventare la metà. Quindi presume che non vi siano importazioni di gas da condotte da Paesi Bassi e  Belgio, a causa di misure protezionistiche. Ciò indurrebbe le autorità a chiudere le centrali elettriche alimentate da gas naturale del Regno Unito, e impianti ad alta intensità energetica per privilegiare la fornitura alle famiglie.

La riduzione della capacità di generazione di energia alimentata dal gas sulla rete provocherà blackout per sei milioni di case. Il razionamento dell’energia sarebbe durante i giorni feriali di picco tra le 07.00-10.00 e tra le 16.00-21.00.

Si badi bene che questo scenario si verificherà nonostante le autorità britanniche hanno deciso (per eliminare i combustibili russi) di prolungare la vita della vecchia centrale nucleare di Somerset Hinkley Point B per un altro anno e mezzo, mandando all’aria i piani di dismissione. Inoltre hanno prolungato la vita delle centrali elettriche che funzionano con “l’ecologico” carbone.

La fonte di Whitehall ha aggiunto: “Data la dipendenza storica dell’UE dal gas di Putin, l’inverno potrebbe essere molto difficile per i paesi del continente”.

L’inflazione del Regno Unito è al 9% (un massimo di quattro decenni) ad aprile.

L’aumento dei costi del gas naturale e dell’elettricità ha impoverito i britannici a livelli mai sperimentati da decenni.

Fonte – Zerohedge Sei milioni di britannici potrebbero affrontare il razionamento dell’energia se la Russia tagliasse le forniture | ZeroHedge

Di Rolando Furiosi

Specialista in economia e ambiente, ho lavorato per illustri aziende del settore termico industriale e domestico e ho collaborato alla stesura di importanti testi scientifici. Nel tempo libero sono appassionato di barche a vela e adoro compiere lunghe passeggiate lungo gli argini dei canali di campagna, possibilmente nelle giornate secche.

Rispondi